venerdì 29 novembre 2013

Post "fuoritema" del venerdì: distanza

Sono sempre di più le persone che amiamo e che vivono lontane. Il lavoro, gli amori, le coincidenze o forse il destino, le porta in altre città, spesso di altri paesi più o meno lontani. Ogni giorno ringrazio la tecnologia che mi permette di sentirle comunque vicino, e poter renderle partecipi delle piccole cose che fanno della nostra giornata una buona giornata. O a volte invece, riescono ad essere comunque, nonostante la lontananza, il mio pronto intervento su skype. 
L'altra sera sono incappata per caso in questa citazione: “Può forse una distanza materiale separarci davvero dagli amici? Se desideri essere accanto a qualcuno che ami, non ci sei forse già?” (Gabbiano Jonathan Livingston, Richard Bach). 
Lo ammetto non potrei essere più d'accordo. Ho amici che vivono lontani km e km e altri che, sebbene più vicini, fatico a vedere, presi come siamo tutti da mille cose. Eppure nonostante la lontananza, nonostante gli impegni, so che ci sono. Però ammettiamolo, viversi anche al di fuori della tecnologia, non è tutta un'altra cosa? Il caffè rubato all'ora di lavoro, gli sguardi complici e la colazione della domenica mattina, gli abbracci e le risate o persino i pianti. Non ha tutto un sapore diverso se vissuto veramente nella realtà vera e non virtuale?

2 commenti:

  1. Va beh, potrei scriverci un poema su questo tema... La tecnologia e' indispensabile, aiuta, e tanto! Per fortuna ci sono rapporti a prova di lontananza... Ma che fatica e che nostalgia talvolta! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino! E comunque tecnologia santa subito :)
      Un abbraccio a te

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...