martedì 6 dicembre 2011

In viaggio con La Ste: Paesi Bassi, luna di miele fra mulini a vento, tulipani e stranezze


Eccoci arrivati al nostro appuntamento mensile con Stefania di Diquà&dilà che questo mese ha scelto una meta davvero romantica..

Questa è la volta della partenza alla scoperta delle meraviglie dei Paesi Bassi. Una luna di miele romantica, vissuta interamente nella patria dei mulini a vento e dei tulipani. Territorio che, come suggerisce il nome, è immerso per un quarto sotto il livello del mare. Un paesaggio che per la sua ricchezza, offre una varietà incredibile di attrattive, che difficilmente riusciremmo a riportare in un solo articolo (ci vorrebbe un blog apposta). Per questo motivo, abbiamo pensato di unire alcune delle innumerevoli mete che potrebbero soddisfare la vostra curiosità, in un giusto mix fra romanticismo e modernità.

La prima tappa riguarda Rotterdam, seconda città olandese che vanta oltre 600.000 abitanti, dall’aspetto ultra moderno, composta da grattacieli e centri commerciali.
Rotterdam è conosciuta nei Paesi Bassi e all’estero come icona di grande architettura, con molti esempi di costruzione innovativi, aperta, cosmopolita e piena di vita per le strade, grazie anche al gran numero di studenti che ci vivono.


Se volete soggiornare in questa particolarissima città, e siete amanti delle novità, vi consigliamo di pernottare nelle famosissime case cubo. Dall’esterno è incredibile constatare come queste abitazioni sembrino inclinate e sospese nel vuoto, una accanto all’altra. Impossibile pensare di poterci vivere. Invece, al proprio interno, ci si vive eccome! Ogni abitazione è formata da tre piani con il vano delle scale inserite nel pilastro di appoggio. L’ostello dispone di interni minimalisti ed eleganti che sono stati realizzati da un’agenzia di design.


Se le stranezze fra le “quattro mura” non vi fossero bastate, è sempre possibile fare un giro per Rotterdam avvalendosi di un particolare pullman, lo SplashTour. Questo è un mezzo anfibio inventato da un romanzo di Julio Verne, utilizzato per questa singolare gita come un autobus dalle pareti spesse e da una robustezza diversa da quella che hanno i soliti pullman. Dopo aver fatto un giro su strada in città, il mezzo, a vivo ritmo di musica delle Valchirie, si tufferà improvvisamente e in modo spettacolare in acqua, sparendo per metà e girando, come se fosse un battello, in lungo e in largo in una zona della Mosa per far scoprire ai turisti un altro panorama, un’altra visuale “sommersa”.



Per la seconda tappa ci trasferiamo ad Amsterdam, soprannominata Venezia del Nord che per il suo sistema di canali, risulta essere una delle mete turistiche più gettonate. Città dalla frenetica vita notturna, famosa per il fascino del proibito, che unisce attività culturali ad architetture antiche e moderne. Sicuramente un luogo anche molto romantico grazie ai villaggi di pescatori, al colorato e folkloristico mercato dei fiori galleggiante, e all’incanto di Piazza Dam e Leidseplein, dedicate interamente ai giovani.


Ad Amsterdam sicuramente non vi annoierete e quando avrete bisogno di un po’ di relax potrete trasferirvi nella più comoda e gigante botte di vino esistente al mondo.
Avete capito bene, si tratta dell’Hotel Vrouwe van Stavoren (The Lady of Stavoren), situato appunto a Stavoren, un piccolo paesino portuale. Stiamo parlando di vere e proprie botti di origine svizzera, precedentemente utilizzate per contenere più di 14.500 litri di vino. I letti, situati al loro interno, sono molto accoglienti e l’arredamento è interamente composto da legno, come nella cambusa di una nave. Il soffitto è abbastanza alto, giusto per stare in piedi. Le camere sono confortevoli, complete di doccia, servizi igienici e televisione. Quelle più nuove dispongono anche di radio e telefono. L’Hotel gode di una splendida e romantica vista sul vecchio porto.


I dintorni, offrono un interessante scorcio sull’epoca medievale grazie alla leggenda della Signora di Stavoren, emblematica del misterioso declino della città dopo un passato ricco e prospero. La storia narra, infatti, che la ricca signora ordinò al capitano di una delle sue navi, di procurarle delle merci preziose e quando questo tornò con del grano, ella andò su tutte le furie facendo gettare il carico nel porto che si insabbiò.

Curiosi di condividere tutte queste emozionanti esperienze con il vostro partner? Allora concedetevi questo tour alternativo alla scoperta dei Paesi Bassi. 

Vi aspetto lunedì prossimo.. approfitto del ponte per concedermi qualche giorno di riposo, per fare le prima sciata (se il tempo me lo concede!) e per mettermi al lavoro con i biscotti per il mio Christmas party che è ormai alle porte :)


2 commenti:

  1. che bel viaggio che ci hai fatto fare!
    Grazie
    Buon riposo e buon lavoro per il Xmas Party
    Un bacio
    Ilaria

    RispondiElimina
  2. Prima o poi ci andrò! Il tuo post stuzzica! baci

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...